Lo straordinario
di un gioiello
è nella sua storia.
Negli anni, l’abilità artigiana del fondatore e la sua esperienza orafa crebbero insieme, fondendosi con la sua creatività e guidandolo nella realizzazione di altre storiche linee. Fu in quel preciso momento che il sogno prese il nome di Bizzotto Gioielli: un brand, ma forse ancor più un luogo artistico, dove la storia di una famiglia e la storia di “pezzi unici” si muovono instancabilmente insieme, guidati dall’armonia, dalla sintonia, dalla ricerca di una bellezza che cerca lo straordinario.

I gioielli non ascoltano lo scorrere del tempo, sono attratti invece da movimenti che celebrano la fluidità come espressione creativa della materia e della sua luce. Essi amano ispirare la vita, fluire all’unisono con i nostri movimenti, ieri e sempre.
Il loro straordinario è nel nostro quotidiano.
L’origine di Bizzotto Gioielli è in un sogno di quasi cinquant’anni fa. Cesare Bizzotto, giovane orafo, desiderava fortemente creare un brand di alta gioielleria e con la stessa intensità voleva che quel brand fosse custodito in un nome legato alla sua famiglia. Furono la mente, il cuore e le sue mani a creare la prima indelebile “collezione”.
B, il segno assoluto.
Fu dieci anni fa che i figli di Cesare, Mauro e Martina, e il genero Alberto entrarono in azienda, condividendo la visione del fondatore e i valori del marchio che egli aveva voluto sintetizzare in quella “B”. Il loro nuovo, vivace sguardo sul prodotto e sul brand, contribuisce ad affermare l’identità internazionale di Bizzotto Gioielli, sinonimo in tutto il mondo di una bellezza che attraversa il tempo forte delle sue radici e della sua cultura orafa.
L'esperienza e la storia di Bizzotto Gioielli si sintetizzano in un segno di assoluta purezza: una “B” coronata finemente incisa su ogni gioiello a ricordare il sogno del fondatore da cui tutto ebbe inizio.
“B” è l’iniziale che indica il percorso artistico di una famiglia, un luogo in cui si intrecciano e si ricordano simbolicamente la conoscenza e la ricerca di un brand che dona un movimento moderno ad un’arte antica.